Dal 1° luglio un bus-navetta collegherà Malpensa a Varese

Malpensa e Varese in collegamento diretto, due volte al giorno, in entrambe le direzioni. L’iniziativa prenderà il via il 1° luglio e rientra nel progetto Varese4U. Nata per valorizzare i beni Unesco della provincia di Varese, è disponibile anche per tutti coloro che avranno bisogno di questo servizio. La navetta permetterà di collegare la città giardino sia con il Terminal 1 che con il Terminale 2 dell’aeroporto intercontinentale. Quattro le “corse” in programma in questo periodo sperimentale, ma sono destinate ad aumentare durante l’anno.
«Un collegamento diretto con Malpensa è un passaggio importante per il nostro piano di sviluppo strategico per il turismo – afferma il sindaco di Varese Davide Galimberti -. Con i due siti Unescotra il lago e la montagna, Varese è un vero hub per chi vuole passare dei giorni tra relax e arte. Abbiamo tante proposte valide per ogni genere di esperienza che vuole vivere il turista. Inoltre, la nostra città è anche un ottimo punto di partenza per chi vuole visitare Milano o andare verso nord nella vicina Svizzera».

I QUATTRO BENI UNESCO DELLA PROVINCIA DI VARESE
Attualmente l’Italia, con 51 realtà, è la nazione che detiene il maggior numero di siti inclusi nella lista dei Patrimoni dell’Umanità. In Lombardia ne sono presenti nove, oltre l’area Mab della Valle del Ticino. Di questi ben 4 sono in provincia di Varese.
«Sotto l’aspetto turistico la nostra provincia vanta un patrimonio significativo e ancora tutto da scoprire – dichiara il presidente della Provincia di Varese Gunnar Vincenzi – Per questo Varese 4U e in particolare il servizio di collegamento tra la Città Giardino e Malpensa rappresentano un valore aggiunto per chi decide visitare i nostri luoghi. Del resto uno degli aspetti sul quale lavorare in sinergia con tutti gli attori coinvolti e interessati è proprio quello dei collegamenti. Promuovere quanto di bello abbiamo significa anche renderlo fruibile e accessibile al maggior numero di persone, le quali, a loro volta, possono diventare i migliori testimonial della nostra terra».

Dal 2 agosto 2010 anche la parte italiana del Monte San Giorgio è entrata nella Lista del Patrimonio Naturale Mondiale dell’Unesco, dopo che il lato svizzero era stato inserito nel 2003 nella World Heritage List.
Gli altri beni sono: l’Isolino Virginia con Bodio Centrale e Sabbione (che fa parte del sito seriale “Siti palafitticoli preistorici dell’arco alpino” comprendente in tutto 111 insediamenti, databili dal 5000 al 500 a.C. e ubicati sulle rive di laghi o di fiumi in Svizzera, Austria, Francia, Germania, Italia e Slovenia); l’Area archeologica di Castelseprio – Torba (che fa parte del sito seriale “I Longobardi in Italia”); il Sacro Monte di Varese (anch’esso parte di un sito Unesco seriale, “I Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia” comprendente sette complessi devozionali piemontesi e due lombardi eretti nelle Alpi occidentali fra la fine del XV e il XVII secolo).

«Nello sforzo di promozione del nostro territorio, con un’attenzione anche ai social attraverso il marchio #DoYouLake? – ricorda il presidente della Camera di Commercio Giuseppe Albertini – uno sguardo particolare è rivolto a questa autentica eccellenza che sono i ben quattro siti Patrimonio dell’Umanità: si tratta di un “unicum” di straordinario rilievo, rispetto al quale tutti dobbiamo operare in sinergia per la piena valorizzazione. Intercettare i quasi venti milioni di passeggeri che transitano annualmente dall’aeroporto di Malpensa diventa allora un obiettivo di primaria importanza».

Gli orari del servizio navetta
Questi gli orari previsti per poter usufruire del servizio. Dal lunedì al venerdì, dalla stazione Ferrovie dello Stato di Varese (piazzale Trieste): ore 9.50 e 12.50. Dal Malpensa: al Terminal 1 (uscita 4, banchina 5 e 6) alle 10.50 e alle 23.30, al Terminal 2 (parcheggio 10) alle 11.00 e alle 23.40.
Nel fine settimana cambiano gli orari. Dalla stazione Ferrovie dello Stato di Varese: ore 7.00 e 14.30. Dal Malpensa: al Terminal 1 (uscita 4, banchina 5 e 6) alle 8.00 e alle 23.30, al Terminal 2 (parcheggio 10) alle 8.10 e alle 23.40.

I prezzi
Un vantaggio particolare è legato al progetto Varese4U: la navetta sarà gratuita se si prenota almeno uno dei tour UNESCO che partono tutte le domeniche alle 9 dal piazzale della stazione delle ferrovie dello Stato e sono presenti sul sito www.varese4U.it nella sezione “Esperienze”.
Tutti, però, potranno usufruire del trasporto, con i seguente costi: 8 euro per il singolo viaggio (15 per andata e ritorno); 5 euro per i bambini sotto i 12 anni; gratis fino ai 2 anni.
Si potrà fare il biglietto direttamente sul bus, in agenzia Moranditour o sul sito www.varese-malpensa.it.

IL PROGETTO VARESE4U
La finalità principale di Varese4U consiste nel perseguire una maggiore valorizzazione turistico- culturale dei beni Unesco del territorio varesino. I vari progetti sono pensati e organizzati per richiamare e soddisfare un numero crescente di visitatori da tutta Italia e dall’estero. Le proposte di Varese4U, dalle semplici visite turistiche ai singoli progetti di ogni sito, sono tutte da scoprire.
Società capofila del progetto è Varese Web. Insieme con questa realtà ci sono nove altri soggetti: Fai – Fondo Ambiente Italiano, Archeologistics, Morandi Tour, Art Stories, Hagam, WekLink, Kingstorm, Cooperativa Ambiente e Sviluppo Santa Maria del Monte, Ergasterio.

LA COMUNICAZIONE
Il racconto dei nostri beni Unesco sarà al centro del lavoro di comunicazione. Tutte le informazioni sulle iniziative, le attività, le news e gli approfondimenti di “Varese4U” sono disponibili sul sito www.varese4u.it  Uno spazio dove i turisti potranno anche esprimere la loro opinione e raccontare quanto vissuto. Per qualsiasi altra informazione o richiesta si potrà scrivere a varese4u@gmail.com.
Attivi anche i canali social del progetto: la pagina Facebook, e gli account Instagram e Twitter (@varese4U).

Tags dell’articolo
, ,