Metti il trattamento estetico sotto l’albero: tre proposte regalo per essere più belle a Natale

Un pacchetto di bellezza sotto l’albero. Il regalo di tendenza per il Natale 2017 sono i trattamenti estetici: soluzioni rapide e mini invasive per essere più belle per le feste natalizie. «L’idea di regalare un trattamento estetico sta prendendo sempre più piede, soprattutto in occasione di ricorrenze e festività. Un buono per magari togliersi qualche anno e per essere più belle a Natale», spiega Patrizia Gilardino, chirurgo estetico di Milano che ha messo a punto una serie di soluzioni last minute, facili da regalare alla propria partner, all’amica o alla mamma. «I comun denominatori di questi trattamenti sono l’estesa tollerabilità, l’efficacia dei risultati e, se ci si limita al volto, il fatto che richiedono una sola seduta», spiega Gilardino. «Sono trattamenti che possono essere fatti una sola volta oppure rientrare in un piano di intervento più esteso».
Per il viso, due pacchetti: un peeling base per una “rinfrescata” generale oppure un trattamento combinato che agisce più in profondità nell’attenuare i segni del tempo. Entrambi disponibili in una sola seduta. Per il corpo, occorre un po’ più di impegno: sei sedute per combattere cellulite e piccoli accumuli di grasso. In ogni caso il costo è contenuto tra i 100 e i 450 euro.

Nel dettaglio, il pacchetto peeling comprende una seduta per ringiovanire il volto e renderlo più luminoso. «Sono tre i meccanismi che rendono efficace l’azione di un peeling chimico – spiega la specialista -. Innanzitutto rimuove le cellule superficiali morte, elimina eventuali cellule epidermiche danneggiate e provoca una piccola reazione infiammatoria. Questi tre elementi hanno come conseguenza la produzione di nuove cellule, quindi di collagene, che attenuano le rughe più sottili. Alla fine, la pelle risulterà più omogenea e luminosa». Il costo parte da 100 euro.

Una sola seduta anche per il trattamento con biorivitalizzante e filler. «L’azione combinata della mesoterapia e dei filler permette di rigenerare la cute in modo più profondo», prosegue. «Come elemento biorivitalizzante usiamo delle vitamine: in questo modo si a stimolare la produzione di collagene. Il filler serve per correggere le piccole imperfezioni, ma anche permette di intervenire anche nei punti più critici. Il risultato è un ringiovanimento complessivo del volto». Costo da 450 euro.

Per il corpo, consigliata è la carbossiterapia, «trattamento completo che con un ciclo di 6 sedute può portare a risultati significativi e che, grazie ad un nuovissimo protocollo, non comporta nemmeno quel leggero bruciore dovuto all’utilizzo dei microaghi». Aggiunge Gilardino: «Il principio di azione è semplice: la carbossiterapia stimola la riossigenazione dei tessuti, migliorando il microcircolo nella specifica area del corpo trattata. È un trattamento che non solamente è in grado di riaprire i capillari chiusi e aumentare la percentuale di ossigeno nei tessuti, migliorando l’elasticità cutanea e quindi il ringiovanimento della pelle, ma anche riduce gli accumuli di grasso localizzati». Per quanto efficace, l’utilizzo dei microaghi può intimorire i pazienti. «In alternativa è possibile fare un trattamento con triactive oppure utilizzare le onde d’urto. Sono tecnologie diverse che portano a risultati simili». Per un ciclo di 6 sedute, il costo parte da 450 euro.

Un pacchetto di bellezza sotto l’albero. Il regalo di tendenza per il Natale 2017 sono i trattamenti estetici: soluzioni rapide e mini invasive per essere più belle per le feste natalizie. «L’idea di regalare...
" />