Legnano celebra i balli e i canti dell’Est: venerdì 27 aprile la seconda edizione del Festival di Danza e Musica dal Mondo

Quattro scuole per un viaggio nel mondo della danza e della musica dell’Est. È in programma venerdì 27 aprile (inizio ore 21), al Teatro Città di Legnano “Talisio Tirinnanzi”, il secondo Festival di Danza e Musica dal Mondo “La Fabbrica del Canto”. L’evento, organizzato dall’Associazione Musicale Jubilate con il patrocinio del Comune di Legnano e di Regione Lombardia e il supporto della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, è inserito nel calendario della stagione musicale di ScenAperta del teatro “Tirinnanzi”.
Protagonista assoluta della serata sarà la grande tradizione della danza di carattere e della musica che nei Paesi dell’Est trova le sue forma più espressive. Saranno infatti rappresentati, attraverso  queste due arti l’Ucraina, la Romania, la Russia, il Kazakistan e il Kirghizistan  con lo scopo di far avvicinare le nuove generazioni a queste disciplina facendo conoscere le tradizioni e i costumi di ciascun Paese.
Novità di quest’anno l’inserimento della manifestazione ne “La Fabbrica del Canto”: il canto in coro si affianca all’arte della danza con la doppia finalità del Festival di far avvicinare le nuove generazioni ai cori e alla danza di carattere e far conoscere attraverso queste discipline le tradizioni, i costumi e la musica di ciascun Paese.
Il Festival sarà anche l’occasione per presentare per il secondo anno a Legnano il corpo di  ballo della Scuola di Danza Jubilate Pinat Dance, progetto nato dall’Associazione legnanese grazie alla collaborazione con la coreografa russa Natalia Piskareva per proporre un nuovo ambito che potesse completare un percorso dedicato all’arte già ampiamente sviluppato attraverso gli oltre 25 anni di attività della Scuola di Musica Jubilate.

«La danza di carattere consiste nello studio delle danze folkloristico-popolari», spiega Natalia Piskareva, direttore artistico del Festival. «Questa disciplina rientra nella tradizione e nella storia della danza classica, e conserva il legame con le tradizioni e i folklori, espressi anche dall’abbigliamento della terra in cui è nata. La danza di carattere è fondamentale per migliorare l’espressività e l’interpretazione del danzatore ed inoltre è un valido aiuto per sviluppare la musicalità e il senso del ritmo». Un progetto affascinante che, come l’anno scorso, ha coinvolto la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. «Siamo onorati di essere al fianco dell’Associazione Jubilate in questo Festival, non solamente per la grande qualità della proposta, ma soprattutto perché è un’iniziativa che, partendo dal territorio, si apre al mondo», osserva il presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate Roberto Scazzosi. «La danza e la musica sono arti capaci di trasmettere emozioni e raccontare storie. E noi ci mettiamo all’ascolto nella consapevolezza di aver sostenuto un’eccellenza».

Per la seconda edizione del Festival sono stati selezionati alcuni corpi di danza che sono tra le eccellenze in questa particolare disciplina. Si esibiranno sul palco del teatro Tirinnanzi: il Gruppo Vatra di Torino, direttore artistico Iurie Raileanu, vincitore assoluto del Festival 2017, l’Associazione Kirghizistan-Italia di Burmachach Tomoeva e la Compagnia di Danza Jubilate Pinat Dance di Legnano – direttore artistico Natalia Piskareva. A rappresentare la musica dell’est sarà il coro Solovushka proveniente dall’Ucraina, Odessa, direttore artistico Inga Selena, composto da ragazzi dai 10 ai 14 anni e sarà alternato da solisti.

Il Festival, seppur a carattere non competitivo, assegnerà alcuni premi attraverso il giudizio di una giuria di esperti e rappresentanti delle istituzioni legnanesi. Faranno parte della giuria: in rappresentanza del Comune di Legnano Federica Farina, consigliere comunale; Gianpaolo Podini insegnante alla Scuola di danza della Scala ed ex primo ballerino del Teatro alla Scala; Romano Pucci, concertista ed ex primo flauto della Scala; Alessandro Pettinicchio, organizzatore eventi e spettacoli; Maura Giunta, giornalista.

Sponsor tecnici della manifestazione sono: La Dolce Legnano (di via Abruzzi, 14 a Legnano) e il Salone di bellezza “Le Petit Salon” (di corso Magenta, 64 a Legnano).

2° Festival di Danza e Musica dal Mondo “La Fabbrica del Canto”
Venerdì 27 aprile 2018, ore 21
Teatro Città di Legnano “Talisio Tirinnanzi”
Piazza IV Novembre – Legnano (MI)

Per i biglietti: http://cultura.legnano.org/teatro/85/217/7945/

Quattro scuole per un viaggio nel mondo della danza e della musica dell’Est. È in programma venerdì 27 aprile (inizio ore 21), al Teatro Città di Legnano “Talisio Tirinnanzi”, il secondo Festival di Danza...
" />