CD Elettrica festeggia i 30 anni di storia e chiude il bilancio 2017 a 4,3 milioni di euro

CD Elettrica, una delle più importanti realtà del nostro territorio specializzata nelle costruzioni d’impianti e apparecchiature elettriche industriali, ha chiuso il bilancio 2017 con 4,3 milioni di euro di fatturato, +8% rispetto all’esercizio precedente.

L’azienda di Villa Cortese (MI), che ha 30 dipendenti e un sito produttivo di 2.100 metri quadri coperti, festeggia nel 2018 il traguardo dei trent’anni.

Gli impianti industriali, i quadri di distribuzione di energia e i quadri di automazione industriale sono gli ambiti in cui CD Elettrica, nel corso di tre decadi, si è fatta un nome non solo nel nostro territorio, soddisfacendo con le sue costruzioni i bisogni di imprese grandi e piccole. La storia di CD Elettrica, cominciata nel lontano settembre del 1988, è per molti versi simile a quella di tante aziende: «Abbiamo cominciato da zero, io e il mio socio Giuseppe De Privitellio, ora in pensione, lavorando nel garage di casa – ricorda il titolare di CD Elettrica s.r.l Elettrotecnica Industriale, Mauro Colombo –. Siamo partiti da una dimensione assolutamente artigianale, ma già con un progetto preciso: quello di diventare i partner di riferimento nell’impiantistica elettrica e tecnologica per l’azienda e l’industria. Il primo lavoro importante in questo senso è arrivato nel 1989, per la Vito Rimoldi S.p.A. Dopo trent’anni, è ancora nostra cliente».

Negli anni, CD Elettrica cresce, si evolve, diversifica gli ambiti e settori di competenza. Aumenta il numero di dipendenti (con quelli “storici”, ancora oggi in azienda, ad affiancare le nuove leve),  diventa fornitrice e partner di aziende sempre più importanti anche di realtà di livello nazionale. Fra le referenze oggi ci sono A2A S.p.A, MM (Metropolitana Milanese S.p.A), Bosch, Rexroth S.p.A, EI Towers S.p.A (gruppo Mediaset), Mondadori S.p.A, Tenova S.p.A, Pietro Carnaghi S.p.A, Imeas S.p.A, OMSG S.p.A, RAI, e tante altre. «L’attenzione, la cura, il servizio al cliente sono sempre stati, e sempre saranno, caratteristiche essenziali che ci contraddistinguono. Siamo nati con una mentalità artigianale che nel tempo si è trasformata in mentalità industriale – sottolinea Mauro Colombo –. Si è investito costantemente nell’innovazione tecnologica e di processo e nell’acquisizione di nuove professionalità, per essere competitivi e all’altezza delle aspettative del cliente».

È proprio questo il tipo di mentalità che ha permesso alla CD Elettrica di superare gli anni della crisi, particolarmente feroce con le imprese del nostro territorio, e non solo. «Se penso ai nostri “competitor” di trent’anni fa, oggi sono quasi tutti scomparsi – fa notare Colombo –. Noi siamo qui anche perché abbiamo saputo affrontare un grosso processo di cambiamento che ha coinvolto tutti, dal manager, al tecnico, all’operaio, in un lavoro di squadra, per il quale ringrazio tutti i miei collaboratori per l’impegno e la dedizione dimostrata».

Un lavoro che non si ferma qui: per il futuro l’obiettivo è continuare a crescere in modo sostenibile, puntando sulle professionalità, sull’innovazione e sulla tecnologia, conclude Mauro Colombo: «Senza mai dimenticare le caratteristiche essenziali che ci hanno contraddistinto, e mai dimenticare chi siamo e da dove veniamo».

CD Elettrica, una delle più importanti realtà del nostro territorio specializzata nelle costruzioni d’impianti e apparecchiature elettriche industriali, ha chiuso il bilancio 2017 con 4,3 milioni di euro di fatturato, +8% rispetto all’esercizio precedente....
" />