Bus, la tecnologia aiuta a migliorare il servizio. Ermetris in prima linea per le aziende di trasporto del Friuli Venezia Giulia

La tecnologia migliora il trasporto pubblico locale del Friuli Venezia Giulia. Ermetris, società di Gorizia specializzata nelle soluzioni hi-tech per il settore dei trasporti, ha fornito 600 conta passeggeri e 300 doppi monitor che permetteranno alle aziende di trasporto di Trieste, Gorizia e Pordenone di ottimizzare il servizio e rendere più piacevole uno spostamento in autobus, anche di breve durata.
Incassando un ordine complessivo da 700 mila euro che, se sommato alla recente commessa avuta da Trenord porta l’ordinativo a oltre un milione di euro, la società isontina prosegue così il suo cammino di crescita tutto dedicato ai sistemi di comunicazione ad alta tecnologia per il trasporto passeggeri. «Ermetris è nata avendo come target di riferimento il settore ferroviario, ma le nostre soluzioni possono essere utilizzate anche per il trasporto su gomma», afferma Claudio Borrello, fondatore e amministratore di Ermetris. «Lo scopo non è solamente quello ottimizzare il servizio, rendendolo più efficiente e più sicuro, ma anche di elevarne la qualità, informando i passeggeri sulle prossime fermate o intrattenendoli durante gli spostamenti». Spesso criticato e al centro di proteste, il trasporto pubblico locale è però un’importante leva contro inquinamento e traffico: se le società friulane si stanno muovendo nello svecchiare il parco automezzi (Trieste Trasporti ha la flotta più giovane d’Italia), «le soluzioni tecnologiche adottate possono incentivare l’uso del trasporto pubblico», osserva Borrello.

A Trieste Trasporti, ATAP Pordenone e APT Gorizia Ermetris si appresta a fornire i conta passeggeri. «Li abbiamo configurati sulla base delle esigenze aziendali e installati su tutte le flotte delle tre realtà regionali», prosegue. «Sono sistemi che, andando a verificare quante persone ci sono sull’autobus di volta in volta, permettono di avere sotto controllo sempre l’effettivo utilizzo di una linea e di una fermata, ma anche di monitorare quanti non pagano il biglietto», prosegue Borrello. Tecnicamente, il conta passeggeri è essenzialmente un sensore dotato di tecnologia stereoscopica: attraverso due micro telecamere viene registrata la presenza di una persona in 3D; questa viene comunicata al computer di bordo. I dati possono così fornire statistiche utili per comprendere l’effettivo utilizzo di una linea e gli orari di maggiore interesse.
I 300 monitor doppi invece vanno in dotazione a Trieste Trasporti e saranno installati su oltre 200 mezzi. «Parliamo del nostro double side monitor  che è stato customizzato sulle esigenze di Trieste Trasporti – precisa Borrello -. È un sistema di informazione per i passeggeri che, collegato con la centrale operativa, fornisce informazioni sulle prossime fermate, le distanze di percorrenza, oltre a poter rendere anche più piacevole un viaggio con la proiezione di video o messaggi pubblicitari. Quanto avviene già nel trasporto su rotaia, dai treni alla metropolitana, è stato riportato nel trasporto su gomma».
In questa prima parte dell’anno Ermetris ha comunque confermato la propria leadership nei sistemi di comunicazione per il settore ferroviario. «Per i prossimi due anni opereremo in stretta collaborazione con Trenord, ci occuperemo della manutenzione dei dispositivi di bordo di una cinquantina di treni Stadler. Un nuovo contratto che ci permetterà di chiudere il 2019 con una significativa crescita rispetto all’anno scorso», conclude Borrello.

La tecnologia migliora il trasporto pubblico locale del Friuli Venezia Giulia. Ermetris, società di Gorizia specializzata nelle soluzioni hi-tech per il settore dei trasporti, ha fornito 600 conta passeggeri e 300 doppi monitor che...
" />